Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Accetto

CONSIGLI DI CLASSE

SCAMBI CULTURALI 2016

Liceo Europeo ‘Saru’ di Bratislava e I.E.S. Isaac Albéniz di Leganés, Madrid.

LETTERATURE DAL FRONTE

Mercoledì 16 marzo dalle ore 10 alle ore 12 il Liceo 'Petrarca' ha avuto il grande onore di ospitare il prof. CLAUDIO MAGRIS, che ha trattenuto una platea foltissima di studenti e docenti sul tema:
'Come nasce un romanzo: Non luogo a procedere'. L'iniziativa si colloca all'interno del progetto 'Letterature dal fronte' cui la scuola sta lavorando.
La conferenza è stata seguita in streaming da una rete di scuole di Cassino e da un liceo di Graz.

 

Petrarca - Magris 2016

 

 

Magris 2016
Magris 2016 Magris 2016
Magris 2016
Magris 2016 Magris 2016
Magris 2016
Magris 2016 Magris 2016
Magris 2016
Magris 2016 Magris 2016
Magris 2016
Magris 2016 Magris 2016
Magris 2016
Magris 2016 Magris 2016
Magris 2016
Magris 2016 Magris 2016
Magris 2016
Magris 2016 Magris 2016
Magris 2016
Magris 2016 Magris 2016
Magris 2016
Magris 2016 Magris 2016

 

 

 

STIFTSGYMNASIUM DI ST.PAUL IN LAVANTTAL

Si è concluso lo scambio culturale fra la classe 4L del Liceo Petrarca accompagnata dalle professoresse Ticini e Millossovich.

GEMELLAGGIO LICEO F. PETRARCA - I.E.S. ISAÁC ALBÉNIZ, LEGANÉS, MADRID

 

SCAMBIO 3F/4F CON FRIEDRICH-DESSAUER-GYMNASIUM ASCHAFFENBURG

Durante l'intero anno scolastico le due classi del Petrarca hanno collaborato insieme agli studenti di Aschaffenburg al progetto “Wir leben Tür an Tür im europäischen Haus” realizzato su eTwinning, la piattaforma che permette scambi “virtuali” fra le scuole europee. 


Questa costante interazione fra le culture ha interessato a tal punto studenti e insegnanti che è stato possibile organizzare anche incontri “dal vivo” fra gli studenti dei due paesi: nella settimana dal 9 al 15 marzo 2014 infatti i ragazzi del Petrarca sono stati ospitati dalle premurosissime famiglie dei partner tedeschi, e dal 27 aprile al 3 maggio 2014 gli amici tedeschi hanno ricambiato la visita. 

Nei meravigliosi giorni trascorsi ad Aschaffenburg neanche un momento è andato sprecato: gli alunni triestini hanno preso parte alle lezioni insieme ai loro partner, visitato importanti centri culturali quali Bamberga con il suo centro ricco di chiese barocche, Würzburg con la sua imponente e preziosa “Residenz”, Francoforte con i suoi grattacieli che contrastano con il nucleo medioevale, con i suoi edifici d'importanza storica, come la Paulskirche o la casa natale di Goethe....... Oltre alle visite guidate però ai ragazzi non sono certo mancati i momenti di svago e divertimento, che hanno contribuito al consolidarsi dell'amicizia fra di loro, la quale ha avuto di nuovo modo di essere vissuta da vicino durante la visita dei partner tedeschi a Trieste. 
 

Il programma di queste giornate, anch'esso molto intenso ed interessante, comprendeva, oltre alle attività didattiche e i divertenti giochi sportivi a scuola, la visita guidata della città, della Grotta Gigante, di Miramare, del centro storico di Muggia,.... 

L'intero gruppo è stato accolto nella sala del Consiglio Comunale per un saluto ufficiale, così come già era avvenuto anche ad Aschaffenburg.
L'ultima giornata di permanenza dei partner di Aschaffenburg è stata infine dedicata ad una gita a Venezia, dove i ragazzi sono riusciti a divertirsi insieme anche sotto una pioggia incessante.

 

Grazie a questa esperienza e all'entusiasmo ed all'impegno di tutti i partecipanti è stato raggiunto quindi non solo l'obiettivo di ampliare ed approfondire le conoscenze ed abilità degli alunni nella lingua straniera, ma si può dire che oltre a questo l'amicizia che si è creata fra i ragazzi dei due paesi è forse il risultato più importante.



Tutti gli alunni ringraziano per la loro generosa disponibilità:
 

prof. Sabina Vecchione Grüner, per tutta l'organizzazione e realizzazione del progetto


prof. Gabriele Maurer, per il prezioso sostegno morale, culturale, linguistico, etc. etc. etc. 


prof. Tullio Ponziani, per l'insostituibile consulenza artistica ed il tenace sostegno nel corso di
 entrambi gli incontri


prof. Marina Gobbato, per l' interessante lezione in Aula Magna sulla città


prof. Massimo Stera, per gli strabilianti giochi sportivi con cui ha coinvolto e fatto divertire l'intero gruppo nella palestra del nostro liceo


prof. Maria Barbara Giacometti, che ha partecipato come guida alla gita a Venezia offrendoci le sue preziose conoscenze sulla città 

nonché i proff. del Friedrich-Dessauer-Gymnasium Margit Kuhn, Jochen Krenz e Richard Schwaderer.


 


Galleria fotografica:

 Zeno
 & Anna




Video: Scambio Culturale Aschaffenburg 2014




Testimonianza di Chiara Gamboz (articolo de “Il Canzoniere”): 



SCAMBIO CULURALE CON ASCHAFFENBURG



A dieci minuti dall' arrivo nella cittadina tedesca situata nel nord della Baviera, nel pullman affollato regnava il caos. 


Per la sfortuna e il tormento dei pochissimi che si sentivano tranquilli, la mandria di studenti era in crisi. 


Chi sfogliava il dizionario tascabile a caso ritrovandosi ad "apprendere" le parole che già conosceva, chi chiedeva -ovvero: urlava alla massa scalpitante- "COME SI DICE -inserire qui frase, vocabolo, espressione a scelta- ??????", chi era semplicemente e sebbene silenziosamente, nervoso. 


Sebbene avessimo tutti motivo di esserlo, era ora di fare un respiro profondo e incontrare le persone con cui avremmo vissuto per una settimana. 


Non ero nemmeno scesa dal Pullman che mi guardavo già attorno, cercando il viso vagamente familiare della mia compagna di scambio, L. , che fino a quel momento avevo visto solo in foto. 


Sono già stata in Germania parecchie volte nella mia vita, ma mai così a nord e mai... così. Ecco perchè oltre alla trepidazione sentivo anche incertezza e timore riguardo a quello che mi aspettava. Non riguardo alla mia partner: Io e L. avevamo già scoperto di avere molto in comune, e di questo ero felice. Temevo, com'era naturale, di non piacere alla famiglia o di combinare qualcosa che avrebbe portato a questo. 


L. era venuta a prendermi assieme al padre e alla sorella undicenne. Eravamo andati a casa in auto, in un silenzio teso, ma non negativo. 


Quando arrivammo, conobbi prima la loro bassottina tedesca -quale ironia- e poi la madre, che aveva preparato una cena tipica ed elegante come se avessero dovuto accogliere qualcuno di davvero importante. 


Mi erano sembrati rigorosi e seri quella sera: Mi erano sembrati effettivamente tedeschi, nonstante mi fossi preparata psicologicamente. 


Lo erano sembrati già un po' di meno la stessa sera quando la sorella di L. era venuta a darci la buonanotte e mi aveva offerto un Kit-Kat. Inutile dire che da quel momento in poi la adorai. 


La mattina ci svegliavamo presto: L. e la sua famiglia non vivono in Baviera, ma in un paesino oltre il confine in un altro Land -regione-, in Assia. 


Raggiungevamo la stazione in biciletta, da dove prendevamo un treno che ci portava ad Aschaffenburg, dove prendevamo un autobus per raggiungere la scuola. Sì, mi muovevo abbastanza: o meglio, correvo dietro a L. che può essere di sicuro considerata una camminatrice veloce che si divertiva a dire ai controllori dei mezzi pubblici "Lei è con me", indicandomi, mentre io mostravo tutti i biglietti che avevo, non sapendo quale fosse quello giusto. 


Le visite a Würzburg, Francoforte e Bamberga sono state a dir poco stimolanti: ascoltare le guide del posto spiegare e poi il professor Ponziani approfondire sugli aspetti artistici ed architettonici delle strutture era piacevole ed interessante, ma per me l' esperienza più bella è stata vagare per le sale della Residenza di Würzburg, interamente in stile barocco, che è uno stile pazzescamente bello di cui si notano particolari diversi ogni volta che si posa lo sguardo su un' opera. 


Insomma, tra gite, levatacce e risate i giorni erano passati ed eravamo tutti un po' cresciuti sotto ogni punto di vista ed eravamo tutti più rilassati. 


I genitori di L. ormai erano davvero come genitori adottivi con cui scherzavo e chiacchieravo piacevolmente: il padre è informatico e la madre un' artista, particolare che L. adora sottolineare quando parla di lei. Andavo a vedere le prove dell' orchestra in cui L. suona, mi divertivo a giocare ai videogiochi con sua sorella. 


Proprio quando mi ero detta che avrei potuto seriamente abituarmici, era arrivato l' ultimo giorno e avevo aprofittato per ringraziare di cuore tutti di tutto, e loro avevano dimostrato un calore che non avrei mai osato immaginare appena arrivata. 


La mattina della partenza io e L. non eravamo dell' umore migliore, nonostante sapessimo che ci saremmo riviste abbastanza presto e nonostante mi avessero invitato a tornare da loro in estate: avevo ricambiato l' invito immediatamente. 


Tra abbracci e saluti e "arrivederci" siamo partiti lasciandoci alle spalle una delle più belle e formative esperienze della nostra vita e i nostri partner, per i quali stiamo organizzando una buona accoglienza qui in Italia, sperando di renderli felici almeno quanto loro hanno reso felici noi. 


-Un ringraziamento alla professoressa Vecchione e la professoressa Maurer per averci fatto vivere questa stupenda esperienza, per la loro pazienza e la loro dedizione!-

Aschaffenburg 2...
Aschaffenburg 2014 Aschaffenburg 2014
Aschaffenburg 2...
Aschaffenburg 2014 Aschaffenburg 2014
Aschaffenburg 2...
Aschaffenburg 2014 Aschaffenburg 2014
Aschaffenburg 2...
Aschaffenburg 2014 Aschaffenburg 2014
Aschaffenburg 2...
Aschaffenburg 2014 Aschaffenburg 2014
Aschaffenburg 2...
Aschaffenburg 2014 Aschaffenburg 2014
Aschaffenburg 2...
Aschaffenburg 2014 Aschaffenburg 2014
Aschaffenburg 2...
Aschaffenburg 2014 Aschaffenburg 2014
Aschaffenburg 2...
Aschaffenburg 2014 Aschaffenburg 2014
Aschaffenburg 2...
Aschaffenburg 2014 Aschaffenburg 2014
Aschaffenburg 2...
Aschaffenburg 2014 Aschaffenburg 2014
Aschaffenburg 2...
Aschaffenburg 2014 Aschaffenburg 2014
Aschaffenburg 2...
Aschaffenburg 2014 Aschaffenburg 2014
Aschaffenburg 2...
Aschaffenburg 2014 Aschaffenburg 2014
Aschaffenburg 2...
Aschaffenburg 2014 Aschaffenburg 2014
Aschaffenburg 2...
Aschaffenburg 2014 Aschaffenburg 2014
Aschaffenburg 2...
Aschaffenburg 2014 Aschaffenburg 2014
Aschaffenburg 2...
Aschaffenburg 2014 Aschaffenburg 2014
Aschaffenburg 2...
Aschaffenburg 2014 Aschaffenburg 2014
Aschaffenburg 2...
Aschaffenburg 2014 Aschaffenburg 2014

Subcategories